Hotel Perugia Centro Ilgo | Umbria in bici: il nuovo trend #iubenda-cs-banner { bottom: 0px !important; left: 0px !important; position: fixed !important; width: 100% !important; z-index: 99999998 !important; background-color: black; } .iubenda-cs-content { display: block; margin: 0 auto; padding: 20px; width: auto; font-family: Helvetica,Arial,FreeSans,sans-serif; font-size: 14px; background: #000; color: #fff;} .iubenda-cs-rationale { max-width: 900px; position: relative; margin: 0 auto; } .iubenda-banner-content > p { font-family: Helvetica,Arial,FreeSans,sans-serif; line-height: 1.5; } .iubenda-cs-close-btn { margin:0; color: #fff; text-decoration: none; font-size: 14px; position: absolute; top: 0; right: 0; border: none; } .iubenda-cs-cookie-policy-lnk { text-decoration: underline; color: #fff; font-size: 14px; font-weight: 900; } '; } if(ICL_LANGUAGE_CODE=='en'){ echo ' '; } if(ICL_LANGUAGE_CODE=='fr'){ echo ' '; } if(ICL_LANGUAGE_CODE=='es'){ echo ' '; } ?>

31 Mag Umbria in bici: il nuovo trend

Umbria in bici: La risorsa del ciclo turismo

Sono sempre più numerosi gli appassionati che decidono di utilizzare la bicicletta come mezzo privilegiato per girare ed esplorare: si tratta di un modo “slow” per fare turismo, così come il trekking o il cavallo, secondo uno stile che si addice all’Umbria in modo speciale per la sua conformazione geografica e per i suoi percorsi naturalistici, oltre che per le sue molteplici bellezze storico – artistiche. Con la sua varietà di paesaggi infatti, offre infinite possibilità ai bikers di ogni specie, per i più esperti e avventurosi così come per i principianti e per chiunque voglia fare anche solo una passeggiata domenicale.

In virtù di tutto ciò e coi dati alla mano che documentano un cresciuto interesse degli amanti della bicicletta in Umbria, si è tenuto un incontro presso la Regione dove si è confermato il massimo impegno per garantire un sempre maggiore sviluppo della mobilità sostenibile attraverso l’uso della bicicletta in Umbria. La sinergia di intenti dell’Assessorato alle Infrastrutture e del Coordinamento regionale della Federazione italiana degli amici della bicicletta (Fiab) ha portato l’attenzione su alcune problematiche che attengono allo sviluppo della ciclabilità urbana ed extraurbana. L’obiettivo fondamentale, è quello di diffondere una nuova cultura che, come accade in larga parte dell’Europa, introduca nella prassi della pianificazione e della programmazione urbana temi quali la previsioni delle zone “30” (con il limite di velocità a 30 chilometri orari), lo sviluppo della rete cicloturistica in ambito regionale e locale e più in generale la promozione di forme di mobilità sostenibile integrata che faccia leva sull’uso della bicicletta in Umbria.

Tanti i punti di forza che già contraddistinguono l’affermazione della bicicletta in Umbria: anzitutto il riconoscimento nazionale ottenuto dalla ciclovia Assisi-Spoleto-Norcia al Cosmo Bike Show di Verona e l’accordo con Trenitalia per attrezzare i nuovi treni Jazz in modo da renderli adeguati al trasporto delle biciclette. Per non parlare delle tante Associazioni che organizzano e pianificano itinerari specifici per venire incontro alle esigenze di tutti. Si sta dunque puntando sullo sviluppo della bici in Umbria e sul consolidamento e la miglioria delle infrastrutture e risorse presenti.