Scoprire il Lago Trasimeno e le sue bellezze

Umbria Mon Amour

A confine con la Toscana, il Lago Trasimeno è immerso in un paesaggio di morbide colline ricoperte di argentei uliveti.

Meta ideale per una vacanza all’insegna del relax, offre la possibilità di poter spendere il proprio tempo a stretto contatto con natura, sport, tradizioni, arte e buon cibo.

Arrivo a Panta Rei

Panorama sul Lago Trasimeno

Tra i laghi più belli d’Italia, è sicuramente il più pulito visto che è riuscito, per il secondo anno consecutivo, a meritare una menzione speciale nella Guida Blu di Legambiente e in particolare 5 vele nel comune di Tuoro sul Trasimeno e 4 a Castiglione del Lago, Magione, Passignano.

Barchetta sul Lago Trasimeno

Barchetta sul Lago Trasimeno

Formatosi in seguito all’allagamento di una depressione di natura tettonica e caratterizzato da acque poco profonde, sei metri al massimo, il lago con le sue tre isole (Maggiore, Minore e Polvese) fa parte dell’area protetta del Parco Regionale del Trasimeno.

 

natura del lago trasimeno umbria

La magica natura del Lago Trasimeno

Percorrendo i suoi otto comuni – Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro e  Tuoro sul Trasimeno – scoprirete ambienti di grande valore naturalistico, dove tra canneti e piante acquatiche potrete scorgere rare specie di uccelli; passeggiare lungolago; partecipare a una regata in barcavela o a una gita in battello; salire sulle barchette colorate dei pescatori per vivere con loro l’esperienza della pesca…

Le barche colorate dei pescatori

Le barche colorate dei pescatori

… trovare spiagge attrezzate con possibilita di balneazione; mangiare in romantici ristorantini di pesce di lago godendo di un tramonto mozzafiato sulle sue placide acque; e poi, ecco la terra dei tanti campanili, dove tra arte e cultura, la presenza e il lavoro dell’uomo si inseriscono armoniosamente nella natura.

 

riflessi lago trasimeno

Tramonto sul lago

Idee per trascorrere il vostro tempo libero #AlTrasimeno
Visita alle Isole
Con comodi e nient’affatto costosi traghetti di linea è possibile raggiungere l’Isola Maggiore, l’unica ancora abitata e nota nel mondo per i suoi merletti a piazzo Irlanda, la cui lavorazione fu introdotta dalla marchesa Guglielmi che aveva a servizio personale irlandese. Villa Isabella, la dimora dei Guglielmi, si trova sulla punta sud-orientale dell’isola.
Sbarcati sul pontile, dopo aver goduto della suggestiva piazzetta, andate alla scoperta degli storici palazzi e delle chiese di San Salvatore, San Leonardo e San Michele Arcangelo.

Lago Trasimeno, Isola Maggiore

Lago Trasimeno, Isola Maggiore

Se avete voglia di spendere un pò di tempo in più sull’isola vi consigliamo:
Il Percorso Museale aperto di Isola Maggiore per scoprire tutti i segreti del pizzo Irlanda e l‘itinerario sui luoghi di San Francesco d’Assisi. Non tutti sanno che l’Isola Maggiore fu uno dei luoghi cari a San Francesco di Assisi che vi sostò, in cerca di pace e tranquillità, durante la Quaresima del 1211. Potrete così scoprire la Cappella di San Francesco con all’interno il giaciglio del Santo, lo Scoglio e la fonte di San Francesco e la Chiesa di San Francesco.

Museo del Merletto di Isola Maggiore (immagine da www.regioneumbria.eu)

Museo del Merletto di Isola Maggiore (immagine da www.regioneumbria.eu)

L’isola Polvese, la più grande ma anche la più selvaggia, vi regalerà splendidi scorci paesaggistici, tra olivi, oleandri e rare piante acquatiche, oltre alle sue memorie storiche: la Rocca, le rovine della Chiesa Olivetana di San Secondo e la Chiesa di San Giuliano e La Piscina Porcinai – Giardino delle Piante Acquatiche – progettata nel 1959 da Pietro Porcinai, uno dei maggiori architetti italiani del paesaggio.

Eleonora a Isola Polvese

La visita alle isole è consigliatissima anche per famiglie con bambini e per chi viaggia con il cane (sul battello può salire, gratuitamente se piccolo, con un esiguo supplemento se di taglia medio/grande).

Gli 8 Comuni del Lago Trasimeno
Castiglione del Lago – l’isola che non c’è (più) tutta da pedalare
Sorge su di un colle. In epoca antica costituiva la quarta isola del lago Trasimeno prima che la striscia d´acqua che la separava dalla terraferma fosse riempita. Nel centro storico da vederePalazzo della Corgna, innalzato nel 1563 da Ascanio, Marchese di Castiglione. Il percorso mostra il piano nobile ricco di affreschi di Niccolò Circignani, detto “il Pomarancio”. Dall’ultima stanza, si accede alla Fortezza Medievale con la caratteristica pianta pentagonale, le torri e il Mastio triangolare.

Il Mastio e il camminamento coperto della Fortezza da cui raggiungerlo

Il Mastio e il camminamento coperto della Fortezza

 

Castiglione del Lago in bicicletta!

Castiglione del Lago in bicicletta!

Città della Pieve e il divin Perugino
La più toscana delle città umbre, nota per aver dato i natali al “divin pittore” Pietro Vannucci detto “Il Perugino” (1450 ca.- 1523), il quale lasciò proprio nella sua cittadina d’origine, nell’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi l’ “Adorazione dei Magi” splendido Presepio con trenta raffinatissimi figuranti e con sullo sfondo un aereo paesaggio che non può non raffigurare le placide acque del Trasimeno.

 

Adorazione dei Magi di Perugino (immagine da www.wikimedia.org)

Adorazione dei Magi di Perugino (immagine da www.wikimedia.org)

Il comune di Magione e i suoi tramonti
La costa orientale del Trasimeno è costituita da borghi che vi resteranno nel cuore colpendovi ognuno per le sue particolarità: Monte del Lago, gioiello architettonico a strapiombo sul lago, fu residenza della poetessa Vittoria Aganoor, che con i suoi versi ci rende un meraviglioso ritratto della regione, fatto di natura, bellezza, pace e loquace silenzio.“Tu avessi veduti i tramonti dei giorni scorsi! veri manti d’ostro e di foco gettati sulle onde e infondo al cielo, dietro ai monti, neri a quel violento sfondo di fiamme. Ma ora si fa fagotto e si torna in città”.

 

Il magico tramonto e il Lago Trasimeno

Il magico tramonto e il Lago Trasimeno

Poco distante, un paio di km, fate una passeggiata a San Feliciano, grazioso villaggio di pescatori ove potrete mangiare freschissimo pesce di lago, ogni giorno pescato dalla cooperativa di Pescatori che qui ha sede. Scopritene inoltre tutti i segreti al Museo della Pesca e, in più, se ne avete voglia, partite con loro per la splendida avventura “Pescatori per un giorno”….

 

I pescatori di San Feliciano

I pescatori di San Feliciano

 

 

Il Museo Paleontologico di pietrafitta (immagine da www.museopaleontologicopietrafitta.it)

A Panicale fate un salto anche al Museo del Tulle dedicato a Anita Belleschi Grifoni, la panicalese che ripropose agli inizi del Novecento un particolare tipo di ricamo su tulle denominato “Ars Panicalensis”.

 

Le ricamatrici di Panicale fotografate da Steve McCurry (immagine da www.sensationalumbria.eu)

Le ricamatrici di Panicale fotografate da Steve McCurry (immagine da www.sensationalumbria.eu)

Tuoro sul Trasimeno – il cammino di Annibale e la battaglia del Trasimeno
Conoscete il Cammino di Annibale? Il più recente percorso della Rotta dei Fenici (itinerario culturale del Consiglio d’Europa) che parte dall’Andalusia e, seguendo l’arco latino attraverso Spagna, Francia e Italia, prevede la realizzazione di un percorso internazionale che coinvolge diversi territori toccati dal generale cartaginese durante la Seconda Guerra Punica, fino alla Tunisia.

 

Soldati romani al Centro di documentazione permanente su Annibale e la battaglia del Trasimeno

Soldati romani al Centro di documentazione permanente su Annibale e la battaglia del Trasimeno

Tuoro sul Trasimeno, scenario alla famosa Battaglia del Trasimeno (217 a.C.), ne è parte integrante… Noi lo abbiamo scoperto in bicicletta elettrica…

 

Il percorso tra gli olivi e il lago Trasimeno foto di

Il percorso tra gli olivi e il lago Trasimeno foto di Simone Millotti

Piegaro e il Museo del Vetro
Piegaro è un piccolo borgo medievale lungo la via che va da Perugia a Città della Pieve, in una zona ricca di boschi, vigneti e olivi. Nel centro storico da vedere: il Museo del Vetro, la Chiesa di San Silvestro, la Chiesa della Madonna della Crocetta (XVI secolo), con una statua lignea dell’Ecce Homo, Palazzo Misciatelli-Pallavicini (XVIII sec.) e il Palazzo dei Conti Bulgarelli di Marsciano.

 

Al Museo del Vetro di Piegaro

Al Museo del Vetro di Piegaro

Il Museo è allestito all’interno dell’antica fabbrica del vetro risalente ai primi dell’Ottocento e costituisce uno dei pochi esempi, conservati in Italia, di strutture pre industriali per la lavorazione del vetro.

 

Riflessi... al Museo del Vetro di Piegaro

Riflessi… al Museo del Vetro di Piegaro

Passignano sul Trasimeno tra ristoranti e gelaterie
Luogo prediletto dai perugini per gite e passeggiate domenicali, offre un’ampia scelta tra ristoranti e gelaterie. Il borgo è cinto da mura e con aspetto medioevale, un intrigo di viuzze che, costeggiando le case quattrocentesche, salgono dalle rive del lago fino alle torri della parte alta.
Da non perdere, il Palio delle Barche che si svolge ogni anno a luglio e rievoca la sanguinosa battaglia che, nel 1495, vide Passignano sul Trasimeno al centro delle operazioni militari, quando, un piccolo esercito della famiglia Oddi dovette fuggire, barche in spalla, dal castello, inseguito dalle milizie dei Baglioni e dei Della Corgna.

 

Palio delle Barche (immagine da www.parchiattivi.it)

Palio delle Barche (immagine da www.parchiattivi.it)