Ricette dall’Umbria: la pancetta in porchetta

La Porchetta in Pancetta: ricette dall’Umbria – Hotel Ilgo Perugia

L’Umbria, si sa, è terra di grandi mangiatori di carne e la ricetta di oggi racchiude tutto il sapore e il sapere legato alla raffinata tecnica di lavorazione delle carni suine. Ora entrano in gioco aromi dal profumo intenso e dal gusto indimenticabile come il finocchio selvatico e il rosmarino che fin dall’antichità caratterizzano i convivi della nostra terra.

La porchetta è dunque il piatto che meglio sposa le tradizioni e i sapori regionali. Se vogliamo essere alla moda potremmo dire che è lo street food dell’Umbria.

La versione che prepariamo oggi è quella che si può fare in casa, ma non preoccupatevi non cucineremo un maiale intero! Insaporiremo solamente la pancetta in modo da ottenere lo stesso identico gusto della porchetta che troviamo nei chioschi di strada, dunque…. la ricetta è servita!

 

 

 

In Umbria ci sono diverse zone in cui si rivendica la paternità della porchetta e la migliore tecnica nella sua preparazione (famosa quella di Costano, di Pantalla, di Grutti). Anche l’invitato più snob non si trattiene di fronte a un vassoio ricolmo di questa carne succulenta e irresistibilmente profumata! Ebbene sì, dovete abbandonare le buone maniere perché il modo migliore per gustarla è metterla su una bella fetta di pane senza aver paura di sporcarsi le mani, non badando alle briciole che potreste far cadere per terra!

P.S. La porchetta è tra gli alimenti promossi dall’Associazione Culturale Streetfood che ricerca e sostiene le tradizioni culturali enogastronomiche e artigianali italiane

 

 

Ecco a voi il risultato finale!!!!!

LA PREPARAZIONE

Ingredienti per insaporire la nostra “porchetta mignon” (3,5 kg circa di pancetta di maiale con la cotenna)
3 teste di aglio
Sale fino
Pepe
Peperoncino
Rosmarino abbondante
Finocchio selvatico abbondante

Procuratevi uno spago da cucina per stringere e “contenere” la pancetta arrotolata. La carne va fatta insaporire in frigo per un giorno intero e poi può essere cotta.

 Tempi di esecuzione

45 minuti per preparare gli odori, insaporire, arrotolare e legare la pancetta.
Cottura in forno (statico o ventilato) alla massima temperatura. Si considerano, in media, 50 minuti per ogni kg di carne: la nostra pancetta è stata dunque in forno per circa 3 ore! A fine cottura, la cotenna dovrà essere rosolata e croccante.

 Difficoltà

La preparazione non risulta troppo difficile visto che dobbiamo solamente insaporire la carne…. al macellaio l’arduo compito di tagliare il pezzo di pancetta!

Ricette dall’Umbria: la pancetta in porchetta

La Porchetta in Pancetta: ricette dall’Umbria – Hotel Ilgo Perugia

L’Umbria, si sa, è terra di grandi mangiatori di carne e la ricetta di oggi racchiude tutto il sapore e il sapere legato alla raffinata tecnica di lavorazione delle carni suine. Ora entrano in gioco aromi dal profumo intenso e dal gusto indimenticabile come il finocchio selvatico e il rosmarino che fin dall’antichità caratterizzano i convivi della nostra terra.

La porchetta è dunque il piatto che meglio sposa le tradizioni e i sapori regionali. Se vogliamo essere alla moda potremmo dire che è lo street food dell’Umbria.

La versione che prepariamo oggi è quella che si può fare in casa, ma non preoccupatevi non cucineremo un maiale intero! Insaporiremo solamente la pancetta in modo da ottenere lo stesso identico gusto della porchetta che troviamo nei chioschi di strada, dunque…. la ricetta è servita!

 

 

 

In Umbria ci sono diverse zone in cui si rivendica la paternità della porchetta e la migliore tecnica nella sua preparazione (famosa quella di Costano, di Pantalla, di Grutti). Anche l’invitato più snob non si trattiene di fronte a un vassoio ricolmo di questa carne succulenta e irresistibilmente profumata! Ebbene sì, dovete abbandonare le buone maniere perché il modo migliore per gustarla è metterla su una bella fetta di pane senza aver paura di sporcarsi le mani, non badando alle briciole che potreste far cadere per terra!

P.S. La porchetta è tra gli alimenti promossi dall’Associazione Culturale Streetfood che ricerca e sostiene le tradizioni culturali enogastronomiche e artigianali italiane

 

 

Ecco a voi il risultato finale!!!!!

LA PREPARAZIONE

Ingredienti per insaporire la nostra “porchetta mignon” (3,5 kg circa di pancetta di maiale con la cotenna)
3 teste di aglio
Sale fino
Pepe
Peperoncino
Rosmarino abbondante
Finocchio selvatico abbondante

Procuratevi uno spago da cucina per stringere e “contenere” la pancetta arrotolata. La carne va fatta insaporire in frigo per un giorno intero e poi può essere cotta.

 Tempi di esecuzione

45 minuti per preparare gli odori, insaporire, arrotolare e legare la pancetta.
Cottura in forno (statico o ventilato) alla massima temperatura. Si considerano, in media, 50 minuti per ogni kg di carne: la nostra pancetta è stata dunque in forno per circa 3 ore! A fine cottura, la cotenna dovrà essere rosolata e croccante.

 Difficoltà

La preparazione non risulta troppo difficile visto che dobbiamo solamente insaporire la carne…. al macellaio l’arduo compito di tagliare il pezzo di pancetta!

Ricette dall’Umbria: la pancetta in porchetta

La Porchetta in Pancetta: ricette dall’Umbria – Hotel Ilgo Perugia

L’Umbria, si sa, è terra di grandi mangiatori di carne e la ricetta di oggi racchiude tutto il sapore e il sapere legato alla raffinata tecnica di lavorazione delle carni suine. Ora entrano in gioco aromi dal profumo intenso e dal gusto indimenticabile come il finocchio selvatico e il rosmarino che fin dall’antichità caratterizzano i convivi della nostra terra.

La porchetta è dunque il piatto che meglio sposa le tradizioni e i sapori regionali. Se vogliamo essere alla moda potremmo dire che è lo street food dell’Umbria.

La versione che prepariamo oggi è quella che si può fare in casa, ma non preoccupatevi non cucineremo un maiale intero! Insaporiremo solamente la pancetta in modo da ottenere lo stesso identico gusto della porchetta che troviamo nei chioschi di strada, dunque…. la ricetta è servita!

 

 

 

In Umbria ci sono diverse zone in cui si rivendica la paternità della porchetta e la migliore tecnica nella sua preparazione (famosa quella di Costano, di Pantalla, di Grutti). Anche l’invitato più snob non si trattiene di fronte a un vassoio ricolmo di questa carne succulenta e irresistibilmente profumata! Ebbene sì, dovete abbandonare le buone maniere perché il modo migliore per gustarla è metterla su una bella fetta di pane senza aver paura di sporcarsi le mani, non badando alle briciole che potreste far cadere per terra!

P.S. La porchetta è tra gli alimenti promossi dall’Associazione Culturale Streetfood che ricerca e sostiene le tradizioni culturali enogastronomiche e artigianali italiane

 

 

Ecco a voi il risultato finale!!!!!

LA PREPARAZIONE

Ingredienti per insaporire la nostra “porchetta mignon” (3,5 kg circa di pancetta di maiale con la cotenna)
3 teste di aglio
Sale fino
Pepe
Peperoncino
Rosmarino abbondante
Finocchio selvatico abbondante

Procuratevi uno spago da cucina per stringere e “contenere” la pancetta arrotolata. La carne va fatta insaporire in frigo per un giorno intero e poi può essere cotta.

 Tempi di esecuzione

45 minuti per preparare gli odori, insaporire, arrotolare e legare la pancetta.
Cottura in forno (statico o ventilato) alla massima temperatura. Si considerano, in media, 50 minuti per ogni kg di carne: la nostra pancetta è stata dunque in forno per circa 3 ore! A fine cottura, la cotenna dovrà essere rosolata e croccante.

 Difficoltà

La preparazione non risulta troppo difficile visto che dobbiamo solamente insaporire la carne…. al macellaio l’arduo compito di tagliare il pezzo di pancetta!

Ricette dall’Umbria: la pancetta in porchetta

La Porchetta in Pancetta: ricette dall’Umbria – Hotel Ilgo Perugia

L’Umbria, si sa, è terra di grandi mangiatori di carne e la ricetta di oggi racchiude tutto il sapore e il sapere legato alla raffinata tecnica di lavorazione delle carni suine. Ora entrano in gioco aromi dal profumo intenso e dal gusto indimenticabile come il finocchio selvatico e il rosmarino che fin dall’antichità caratterizzano i convivi della nostra terra.

La porchetta è dunque il piatto che meglio sposa le tradizioni e i sapori regionali. Se vogliamo essere alla moda potremmo dire che è lo street food dell’Umbria.

La versione che prepariamo oggi è quella che si può fare in casa, ma non preoccupatevi non cucineremo un maiale intero! Insaporiremo solamente la pancetta in modo da ottenere lo stesso identico gusto della porchetta che troviamo nei chioschi di strada, dunque…. la ricetta è servita!

 

 

 

In Umbria ci sono diverse zone in cui si rivendica la paternità della porchetta e la migliore tecnica nella sua preparazione (famosa quella di Costano, di Pantalla, di Grutti). Anche l’invitato più snob non si trattiene di fronte a un vassoio ricolmo di questa carne succulenta e irresistibilmente profumata! Ebbene sì, dovete abbandonare le buone maniere perché il modo migliore per gustarla è metterla su una bella fetta di pane senza aver paura di sporcarsi le mani, non badando alle briciole che potreste far cadere per terra!

P.S. La porchetta è tra gli alimenti promossi dall’Associazione Culturale Streetfood che ricerca e sostiene le tradizioni culturali enogastronomiche e artigianali italiane

 

 

Ecco a voi il risultato finale!!!!!

LA PREPARAZIONE

Ingredienti per insaporire la nostra “porchetta mignon” (3,5 kg circa di pancetta di maiale con la cotenna)
3 teste di aglio
Sale fino
Pepe
Peperoncino
Rosmarino abbondante
Finocchio selvatico abbondante

Procuratevi uno spago da cucina per stringere e “contenere” la pancetta arrotolata. La carne va fatta insaporire in frigo per un giorno intero e poi può essere cotta.

 Tempi di esecuzione

45 minuti per preparare gli odori, insaporire, arrotolare e legare la pancetta.
Cottura in forno (statico o ventilato) alla massima temperatura. Si considerano, in media, 50 minuti per ogni kg di carne: la nostra pancetta è stata dunque in forno per circa 3 ore! A fine cottura, la cotenna dovrà essere rosolata e croccante.

 Difficoltà

La preparazione non risulta troppo difficile visto che dobbiamo solamente insaporire la carne…. al macellaio l’arduo compito di tagliare il pezzo di pancetta!

Ricette dall’Umbria: la pancetta in porchetta

La Porchetta in Pancetta: ricette dall’Umbria – Hotel Ilgo Perugia

L’Umbria, si sa, è terra di grandi mangiatori di carne e la ricetta di oggi racchiude tutto il sapore e il sapere legato alla raffinata tecnica di lavorazione delle carni suine. Ora entrano in gioco aromi dal profumo intenso e dal gusto indimenticabile come il finocchio selvatico e il rosmarino che fin dall’antichità caratterizzano i convivi della nostra terra.

La porchetta è dunque il piatto che meglio sposa le tradizioni e i sapori regionali. Se vogliamo essere alla moda potremmo dire che è lo street food dell’Umbria.

La versione che prepariamo oggi è quella che si può fare in casa, ma non preoccupatevi non cucineremo un maiale intero! Insaporiremo solamente la pancetta in modo da ottenere lo stesso identico gusto della porchetta che troviamo nei chioschi di strada, dunque…. la ricetta è servita!

 

 

 

In Umbria ci sono diverse zone in cui si rivendica la paternità della porchetta e la migliore tecnica nella sua preparazione (famosa quella di Costano, di Pantalla, di Grutti). Anche l’invitato più snob non si trattiene di fronte a un vassoio ricolmo di questa carne succulenta e irresistibilmente profumata! Ebbene sì, dovete abbandonare le buone maniere perché il modo migliore per gustarla è metterla su una bella fetta di pane senza aver paura di sporcarsi le mani, non badando alle briciole che potreste far cadere per terra!

P.S. La porchetta è tra gli alimenti promossi dall’Associazione Culturale Streetfood che ricerca e sostiene le tradizioni culturali enogastronomiche e artigianali italiane

 

 

Ecco a voi il risultato finale!!!!!

LA PREPARAZIONE

Ingredienti per insaporire la nostra “porchetta mignon” (3,5 kg circa di pancetta di maiale con la cotenna)
3 teste di aglio
Sale fino
Pepe
Peperoncino
Rosmarino abbondante
Finocchio selvatico abbondante

Procuratevi uno spago da cucina per stringere e “contenere” la pancetta arrotolata. La carne va fatta insaporire in frigo per un giorno intero e poi può essere cotta.

 Tempi di esecuzione

45 minuti per preparare gli odori, insaporire, arrotolare e legare la pancetta.
Cottura in forno (statico o ventilato) alla massima temperatura. Si considerano, in media, 50 minuti per ogni kg di carne: la nostra pancetta è stata dunque in forno per circa 3 ore! A fine cottura, la cotenna dovrà essere rosolata e croccante.

 Difficoltà

La preparazione non risulta troppo difficile visto che dobbiamo solamente insaporire la carne…. al macellaio l’arduo compito di tagliare il pezzo di pancetta!